Onde d'urto focali vs Onde d'urto radiali

macchinario interoLe aziende del settore hanno introdotto sul mercato nuovi modelli di apparecchiature che possono essere distinti in 3 tipi:
  • generatori di onde d’urto focalizzate con elevato picco di energia, rapido innalzamento pressorio e breve durata e che danno la possibilità di focalizzare l’impulso a livello intracorporeo ad una distanza regolabile;
  • generatori di onde d’urto de focalizzate a minor picco d’energia e minor focalizzazione dell’impulso;
  • generatori di onde d’urto radiali o balistiche con ridotto picco d’energia ed impossibilità di focalizzare l’impulso.
Oltre alle differenze tra i due principali tipi di apparecchiature oggi impiegate, focalizzate e radiali, vanno evidenziati alcuni aspetti tecnici:
  • le onde d’urto focalizzate vengono prodotte da tre tipi diversi di generatori: piezoelettrico, elettromagnetico ed elettroidraulico. Le onde d’urto radiali sono delle onde balistiche (di pressione) generate per impulso meccanico.
  • di conseguenza diversa modalità di produzione dell’energia acustica.
  • le onde d’urto radiali non focalizzano l’impulso e pertanto non possono far convergere l’energia in profondità.
  • le onde d’urto radiali non consentono l’impiego di numerosi livelli d’energia, al contrario delle onde d’urto focalizzate piezoelettriche (fino a 20 livelli).
  • le onde d’urto focalizzate, in quanto tali, oltre a far convergere l’energia in determinato target, modificano le dimensioni del fuoco terapeutico in base al livello energetico impiegato.
  • per il motivo opposto, l’impiego delle onde d’urto radiali si ritiene circoscritto alle patologie muscolo tendinee superficiali.
In conclusione, l’apparecchio Piezoson 100:
  • è un apparecchio idoneo per tutte le indicazioni terapeutiche di onde d’urto focalizzate;
  • elevata potenza;
  • permette trattamenti poco dolorosi;
  • è estremamente accurato;
  • minimo rumore durante il trattamento per cui non sono necessarie cuffie o sistemi insonorizzanti;
  • esclude l’uso di anestetici prima e dopo il trattamento.